ALTRA VITTORIA PER I CORRENTISTI: COMBATTERE LO STRAPOTERE DELLE BANCHE SI PUÒ!

Un’altra vittoria per i correntisti contro lo strapotere delle banche. Il divieto di anatocismo non è valido solo per la capitalizzazione trimestrale degli interessi, ma comprende anche la capitalizzazione annuale degli interessi. Questo è quanto decretato dalla terza sezione civile della Corte di Cassazione è intervenuta in materia di anatocismo con l’ordinanza n. 24293, pubblicata lo scorso 16 ottobre. Una decisione da sempre auspicata da SDL Centrostudila più importante società in difesa di correntisti contro lo strapotere delle banche. Del resto il Presidente di SDL è l'ex magistrato Piero Calabrò, che emise la prima sentenza in Italia sull’anatocismo bancario, era il 1999 e che contribuì in modo determinante a invertire detta tendenza e a sanzionare come illegittimo tale modus operandi delle banche.

anatocismo bancario

La Corte di Cassazione dunque è intervenuta in materia di anatocismo. Nel giudizio d’appello, il giudice convertiva la capitalizzazione trimestrale effettuata dalla banca, stabilendo invece l’applicazione di quella annuale. A fronte di tale decisione, il correntista ha proposto ricorso per Cassazione, ritenendo che il divieto di anatocismo fosse assoluto e non limitato solo alla quantificazione trimestrale degli interessi.

A partire dalla sentenza delle Sezioni Unite del 2004 (pronuncia n. 21095), la clausola con cui la banca prevedeva la capitalizzazione trimestrale è stata dichiarata nulla. Da ciò deriva che, in assenza di una diversa previsione, gli interessi sono in grado di produrre ulteriori interessi solo se e nel momento in cui viene proposta domanda giudiziale con cui se ne chiede il pagamento.

Tale orientamento è stato ripreso e ampliato dalle Sezioni Unite nel 2010, che sono state poi avvallate dalla giurisprudenza successiva. L’art.1283 c.c. costituisce norma imperativa che, in quanto tale, non può essere derogata: pertanto, il divieto di anatocismo, secondo quanto ribadito dalla Corte di Cassazione con l’ordinanza citata a inizio articolo, deve intendersi comprensivo anche di una capitalizzazione annuale, in quanto gli interessi a debito del correntista non possono essere la base di alcuna capitalizzazione, pena la violazione del divieto previsto dalla legge.

SDL Centrostudi plaude a questa decisione della Cassazione, che va esattamente nella direzione intrapresa da Piero Calabrò, presidente di SDL Centrostudi, quando, giovane magistrato, aveva emesso la prima sentenza che decretava l’anatocismo illegale, non solo sulla carta, ma anche nei tribunali. LA lotta di SDL Centrostudi contro i reati bancari continua.


ALTRA VITTORIA PER I CORRENTISTI: COMBATTERE LO STRAPOTERE DELLE BANCHE SI PUÒ! ALTRA VITTORIA PER I CORRENTISTI: COMBATTERE LO STRAPOTERE DELLE BANCHE SI PUÒ! Reviewed by Claudio Pasqua on 10:47 Rating: 5

Nessun commento