PERDERE IL LAVORO E REINVENTARSI A 40 ANNI È POSSIBILE?

Si, reinventarsi un lavoro a 40 anni è possibile. Nono solo: è possibile anche a 50 anni!




Certo, sono scelte che alcuni definirebbero coraggiose: ma del resto cosa hai da perdere? Forse un po' del tuo tempo?  Il fatto è che chi non effettua queste scelte a 40 o a 50 anni è perché ha già tirato i remi in barca. 

Le sentiamo ancora le frasi che vengono proferite dagli "amici", dai colleghi  (o ex colleghi) di lavoro. 

- È un mondo difficile
- C'è molta concorrenza 
- Certo che oggi cercano persone con una preparazione universitaria (e le pagano anche poco) 
- È molto difficile reinserirsi da soli quando si è lavorato per una azienda per tanti anni 

Sono le frasi dei "falliti", o di chi si considera tale: sono coloro che non tentano neppure: tanto per loro è tutto già perso in partenza e cercano di convincerti che anche per te sia arrivata l'ultima spiaggia.

Sarebbe bello potervi fare conoscere le esperienze di persone come Stefano Piovani. Ecco perché partiamo da lui: è un caso, ma è un caso che offre anche molta determinazione. E che vi dimostra com 40-50 siano solo numeri sulla propria carta di identità ma non hanno alcuna influenza sulle vostre scelte. Che una persona ha 40-50 anni ha una esperienza incolmabile che non può e non deve andare sprecata in chiacchiere o inattività. 

Vi ricordate ad esempio quando avevate vent'anni e vi dicevano: ma sei ancora troppo giovane, cosa ne puo sapere tu? A 30 anni lo stesso: troppo giovane, che esperienza può avere un trent'enne a dirigere una azienda? Ecco che in men che non si dica che ti ritrovi a 40 e subito a 50. Ora nessuno ti dice che "sei troppo giovane" prr fare qualcosa. È arrivato il momento di dimostrare ciò che avete accumulato come esperienza e metterlo a frutto 

Prendetevi qualche minuto per leggere l'esperienza di Stefano Piovani, che dalla crisi e dalla perdita di lavoro ha saputo reinventarsi, rimettersi in gioco mettendo a frutto una sua passione, e ora è diventato numero uno in una delle società di divertimento più imporanti d'Italia: GARDALAND






"Ecco un esempio di perseveranza e resilienza. Un amico,  Stefano Piovani - dice Stefano Pigolotti, Coach Manager, - che on la sua determinazione e coraggio sta ottenendo i risultati meritati.
Siamo certi che sia solo l’inizio."

Secondo Stefano Pigolotti - ideatore del percorso  "Skills Empowerment", un programma che sta ottenendo un grande successo tra manager e marketer - ognugno di noi può riconquistare la propria indipendenza conomica, e lo può fare attraverso una serie di operazioni metodologiche, tra cui:

1) Generare una fase di check iniziale (che è già formazione evoluta) tramite l’autoconoscenza, per poi erogare la corretta formazione personalizzata tramite il potenziamento delle competenze.

2) Individuare le corrette attitudini (soft skills) da utilizzare per svolgere i compiti specifici in modo fluido, efficace e sostenibile. ”

Gratificarsi è sicuramente il modo più efficace per motivarsi. E puoi farlo grazie agli strumenti che già sono stati utilizzati da altri con grande successo







Scopri gratis come raggiungere i tuoi obiettivi utilizzando al meglio le tue attitudini.

Mercurio, simbolo di Skills Empowerment®, era il Dio dell’Eloquenza e del Commercio che, con la sua abilità, sapeva condurre ogni cosa a buon fine. Ispiratore dell’abilità di procurarsi l’agiatezza era colui che favoriva la vittoria.




ULTIMA ORA
Ci informano che il corso è SOLD OUT (tutto esaurito).

In poche ore il numero degli iscritti ha superato il numero dei posti disponibili, grazie alla attività di diffusione della rete Lyoness con la quale il corso è patrocinato.


Gli organizzatori e il relatore dott. Stefano Pigolotti ci informa, con questo video, che comunque ci saranno nuove occasioni e chi vorrà ricevere le nuove date degli eventi Skills Empowerment può farlo scrivendo a info@skillsempowerment.it



PERDERE IL LAVORO E REINVENTARSI A 40 ANNI È POSSIBILE? PERDERE IL LAVORO E REINVENTARSI A  40 ANNI È POSSIBILE? Reviewed by Redazione on 17:48 Rating: 5

Nessun commento