TORINO: NO A BLOCCO DEI DIESEL EURO5


Il Presidente di API Torino: “Scelta assurda e inaccettabile” 


“Bloccare la circolazione dei veicoli commerciali diesel Euro 5 è semplicemente assurdo e inaccettabile. Oltre a questo, non è possibile che in tema di blocco della circolazione per il contenimento dell’inquinamento, si arrivi sempre all’ultimo minuto e che soprattutto non si riesca ad avere un coordinamento fra Torino e gli altri Comuni dell’area metropolitana”. È in questo modo che Corrado Alberto, Presidente di API Torino, commenta l’ipotesi di fermo anche per i diesel euro 5 dal prossimo venerdì se non cambieranno le condizioni climatiche. 

Alberto quindi aggiunge: “Non ci dimentichiamo che i veicoli diesel euro 5 sono nella gran parte dei casi stati acquistati recentemente e che rispettano tutte le norme ambientali in vigore. Fanno parte degli investimenti aziendali, rappresentano degli strumenti di lavoro. Non si può pensare di bloccare da un giorno all’altro l’attività di migliaia di aziende così”. 

Oltre a questo, il Presidente di API precisa: “È necessario tenere conto dell’efficacia ambientale di questi blocchi. Ma soprattutto è doveroso che le Amministrazioni locali assumano decisioni coerenti e organizzate. È incredibile che anche quest’anno si scopra solo adesso che è arrivato l’inquinamento. Se si coinvolgessero per tempo gli attori dell’economia si potrebbe pensare a soluzioni in grado di affrontare i problemi, piuttosto che mettere pezze temporanee”. 

TORINO: NO A BLOCCO DEI DIESEL EURO5 TORINO: NO A BLOCCO DEI DIESEL EURO5 Reviewed by Claudio Pasqua on 18:21 Rating: 5

Nessun commento