IL VOTO DELLE AGENZIE DI RATING: LE CONSEGUENZE PER FAMIGLIE E IMPRESE

Le agenzie di rating sono idonee a emettere giudizi e a valutare l’attendibilità di un intero Stato? E in che misura? Quali conseguenze ha una penalizzazione dell'Italia sulle famiglie e sulle imprese italiane? Lo abbiamo chiesto a un esperto: il dott. Walter Moladori, che si occupa di gestione del patrimonio personale e proteggere beni di famiglia.



Pochi giorni fa l'agenzia di rating Moody's ha tagliato il rating dell'Italia a Baa3 da Baa2 con outlook stabile. Nonostante la brutta notizia, non è così brutta, dato che un outlook negativo sarebbe stato il campanello di preallarme per ulteriori declassamenti, portando all’uscita dalla categoria dei titoli affidabili. Cosa ci dobbiamo attendere?

Il declassamento del rating è stato causato dal cambio della strategia economica dell’Italia, e dalla nota di aggiornamento al DEF, che verrà convertita in legge di bilancio, che prevede molto più deficit rispetto agli anni precedenti. I piani del governo conte, secondo Moody’s, non rappresentano un ''coerente programma di riforme'' che può spingere ''la mediocre performance della crescita su base sostenuta''.

Cosa sono le agenzie di rating e a cosa servono.?

Si tratta di istituti che si occupano di analizzare e studiare nel dettaglio gli enti che emettono titoli azionari, Stati inclusi, valutandone l’affidabilità”. Le valutazioni delle agenzie di rating determinano la «capacità di credito» degli stati, aiutando gli investitori a identificare gli investimenti sicuri da quelli più rischiosi. Le più note agenzie di rating sono tre, ed hanno tutte base principale a New York:
  • Standard & Poor’s
  • Moody’s
  • Fitch

Cosa si intende con rating?


Rating in inglese significa «valutazione», quindi di fatto il rating è la valutazione di uno Stato dal punto di vista finanziario. Può anche essere visto come una sorta di “voto” che indica la stabilità di uno Stato o di un’impresa, basato su una scala di valori che va da AAA (valutazione attribuita agli enti con basso rischio di credito) a D (il credito per gli enti così valutati ha «nulla probabilità di rimborso»). I titoli con rating inferiore a BAAA3 rientrano nella definizione di “titoli spazzatura”, il cui valore è basso e il tasso di rischio molto alto. 







Cosa si intende con outlook?


Se il rating è la valutazione immediata, l’outlook è uno strumento che indica la previsione a medio e lungo termine su una società o su uno Stato. Quando si parla di tagli dell’outlook, si intende che l’agenzia in questione ha tagliato le stime di crescita, riducendole rispetto a quanto inizialmente previsto. Sono disponibili tre opzioni di outlook: positivo, negativo, stabile. Se l’outlook è positivo, le condizioni future previste sono uguali o in miglioramento. Se l’outlook è negativo, si prevedono futuri declassamenti. Se è stabile, non sono previsti cambiamenti, né in positivo, né in negativo, sia del rating, sia delle condizioni del Paese.

L’accesso al credito di Stati e imprese è strettamente legato alle valutazioni delle agenzie di rating, dato che qualsiasi investitore prima di comprare un’obbligazione di uno Stato richiede un’accurata analisi delle condizioni di stabilità economica, finanziaria e patrimoniale del Paese in questione. Di conseguenza le agenzie di rating consentono agli investitori di valutare le scelte di investimento. Citando quanto dichiarato dalla Banca d’Italia, “il rating fornisce agli operatori finanziari un’informazione omogenea sul grado di rischio degli emittenti e riveste una grande importanza per gli investitori che non sono in grado di effettuare autonomamente l’analisi del rischio di credito”.
Quando un titolo di stato scende sotto il limite della tripla B (BBB) viene proposto solo agli speculatori, e non più adatto ai piccoli risparmiatori, con conseguenze dirette sui conti pubblici, dato che lo stato in questione è costretto a promettere rendimenti più alti, destinando al pagamento degli interessi agli investitori maggiori risorse, sottraendole da altri capitoli di spesa.



DOMANDE? CHIEDETALL'ESPERTO

Per informazioni su nuove forme di investimento e domande potete scrivere a Walter Moladori su waltermoladori.allianzbankfa.it o via email a walter.moladori@allianzbankfa.it o al Tel: 030/9142749 - 9140058

Walter Moladori

IL VOTO DELLE AGENZIE DI RATING: LE CONSEGUENZE PER FAMIGLIE E IMPRESE IL VOTO DELLE AGENZIE DI RATING: LE CONSEGUENZE PER FAMIGLIE E IMPRESE Reviewed by Redazione on 17:40 Rating: 5

Nessun commento