AGENZIA ENTRATE: COME ROTTAMARE LE CARTELLE SENZA SANZIONI

Entro il 15 maggio si possono rottamare i debiti iscritti a ruolo tramite una sanatoria pecuniaria, senza pagare le sanzioni e gli interessi di mora. L’Agenzia delle Entrate Riscossione grazie a questa manovra prevede un recupero di 1,6 miliardi nel 2018 e 400 milioni nel 2019.


Ciò che nessuno dice e contesta è il fatto che molte delle cartelle di pagamento sono contestabili, così come le notifiche. In molti casi è proprio la legge che dice che molti debiti non solo non vanno rottamati ma non andrebbero proprio pagati, come SDL Centrostudi ha ampiamente riportato in questi anni.

È bene ricordare, come diverse sentenze hanno dimostrato, che la notifica a mezzo PEC, effettuata dalla Agenzia delle Entrate – Riscossione, non ha validità di notifica, quando sprovvista di tutti i requisiti previsti dalla legge. Agenzia delle Entrate - Riscossione continua a mandare le notifiche elettroniche in pdf e senza la necessaria firma digitale, rendendo quindi le cartelle annullabili senza nessuno sforzo. Il pdf allegato alla mail, senza firma digitale, non può considerarsi un valido documento informatico e non ne è garantita la genuinità e, secondo un diffuso orientamento giurisprudenziale, non rappresenta un valido documento informatico, ma una mera copia.

SDL Centrostudi  ha assistito oltre 150.00 persone in 7 anni, 407.943 pre-analisi gratuite effettuate sulle condizioni economiche di consumatori e soggetti in difficoltà, e ben più di 65.000 perizie effettuate su conti correnti e rapporti bancari in essere di privati e imprese strappati alla finanza spregiudicata messa in atto da finanziarie e istituti di credito di vario genere: tutti numeri che, nel complesso, hanno permesso sino a oggi di recuperare somme illecite sottratte agli italiani da Fisco, Equitalia, erario e banche per un totale complessivo di circa 240 milioni di euro.
AGENZIA ENTRATE: COME ROTTAMARE LE CARTELLE SENZA SANZIONI AGENZIA ENTRATE: COME ROTTAMARE LE CARTELLE SENZA SANZIONI Reviewed by Redazione on 15:51 Rating: 5

Nessun commento